Questo sito utilizza i cookie. Se continui a navigarlo, accetti il loro uso.
Pippo Franco

Nasce a Roma da genitori originari dell'Irpinia.

Nel 1960 esordisce nel musicarello di Mario Mattoli "Appuntamento a Ischia": lo possiamo vedere mentre con il suo complesso I Pinguini (formato, oltre che da lui, da Cristiano Metz, Pino Pugliese, Giancarlo Impiglia, Armando Mancini e Aldo Perricone) accompagna una giovane Mina nell'esecuzione delle canzoni La nonna Magdalena, Il cielo in una stanza e Una zebra a pois.

Negli anni settanta e anni ottanta prende parte a numerosi film della commedia all'italiana, diretto da registi come Luciano Salce, Aldo Grimaldi, Franco Prosperi, Sergio Martino, Luigi Magni, e Salvatore Samperi, Pier Francesco Pingitore, Mariano Laurenti e Bruno Corbucci.

Del 1971 è l'esordio in televisione con "Riuscirà il cav. papà Ubu?", con la regia di Vito Molinari e Giuseppe Recchia.

Nel 1978 è protagonista dello spettacolo Il ribaltone a fianco di Loretta Goggi, Daniela Goggi e Oreste Lionello per la regia di Antonello Falqui.

Ha quindi lavorato insieme con la compagnia del Bagaglino nei vari spettacoli che si sono susseguiti negli anni, ambientati prevalentemente al Salone Margherita di Roma e trasmessi inizialmente dalla RAI e successivamente da Mediaset.

Con Pier Francesco Pingitore ha lavorato anche in diversi film cinematografici e televisivi. Nel 2002 vince il Delfino d'oro alla carriera.

In teatro è stato protagonista di commedie di grande successo di pubblico, come Belli si nasce, Il naso fuori casa ed È stato un piacere, tutte scritte ed interpretate assieme a Giancarlo Magalli.

Al Salone Margherita rappresenta dal 2009 "Il Marchese del Grillo", riadattamento della famosa produzione cinematografica del grande regista Mario Monicelli.

Nella stagione 2011/2012 è ancora in scena al Teatro Salone Margherita (Roma) con la commedia musicale da lui scritta, diretta e interpretata "Bambole, non c'è un euro".